FOTO-LEGIONELLA

La diffusione da Legionella rappresenta un rischio per la salute che può e deve essere circoscritto. Aria condizionata, doccia, alberghi, sono tra le principali fonti di infezione. Garantiamo la migliore protezione contro la Legionella.

La Legionella: un problema diffuso.

La legionellosi è una malattia infettiva grave e a letalità elevata. La Legionella si contrae per via respiratoria e può causare un’ infezione il cui tasso di mortalità è di circa il 15%.
Aria condizionata, doccia, alberghi, campeggi, sono tra le principali fonti di infezione. La diffusione da Legionella rappresenta un rischio per la salute che può e deve essere circoscritto.

Linee guida 2015

La legionellosi è sottoposta a sorveglianza speciale da parte dell’OMS e della Comunità Europea. Al fine di limitare la contaminazione batterica, il Ministero della Salute ha pubblicato nel maggio del 2015 le Linee Guida per la Prevenzione ed il Controllo della Legionellosi indirizzate a tutti gli operatori sanitari. Il nostro metodo segue tali Linee Guida per aiutarti a prevenire il rischio di sanzioni pecuniarie e penali.
Il Batterio della legionella

La legionella è un batterio gram-negativo che si sviluppa in ambienti umidi, come tubature, cisterne, impianti di condizionamento, falde idriche, ecc. La più pericolosa è la Legionella Pneumophila una malattia la cui infezione ha un tasso di mortalità del 10-15%.

Fattori che favoriscono la Legionella.

Temperatura: preferisce ambienti acquatici molto caldi.
Poca igiene: acque poco pulite e non igienizzate.
Superfici: superfici non curate o ruvide.
Nutrimento: si nutre di microrganismi, biofilm o scorie.
Stagionalità: stagionalità della struttura recettiva.
Impianto: vetustà, complessità e dimensioni dell’impianto.

Modalità di infezione

La legionellosi viene normalmente acquisita per via respiratoria mediante inalazione, aspirazione o microaspirazione di aerosol contenente Legionella, oppure di particelle derivate per essiccamento. Frequentemente sono stati riscontrati casi di Legionella in ambienti con sistema di riscaldamento centralizzato, alberghi, campeggi, tra pazienti ospedalizzati, anziani, persone immunodepresse o neonati. In Italia le infezioni derivano prevalentemente dalla contaminazione dei sistemi di distribuzione dell’acqua.
I rischi della Legionellosi

Circa il 5% dei casi sono associati al ricovero in ospedali o in clinica.
Circa il 10% dei casi è associato a pernottamento fuori casa.
Nel 2013 sono stati notificati ben 1347 casi in Italia.
Fattori predisponenti la malattia sono l’età avanzata, il fumo di sigaretta, la presenza di malattie croniche, l’immunodeficienza.
Il 53% dei casi presenta patologie concomitanti di tipo cronico-degenerativo.
Il tasso di letalità dei casi nosocomiali è del 28.6%.

Prevenzione del rischio: affidati agli esperti